[DrupalCamp Torino 2010] Modalità degli interventi e attività correlate

48 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
[DrupalCamp Torino 2010] Modalità degli interventi e attività correlate

Il primo argomento da affrontare riguarda le modalità degli interventi. Solo talk in senso classico (come sono stati il DrupalDay e il DrupalCamp dell'anno scorso) o anche workshop/code sprint? Dite la vostra.

PS. Ovviamente affiancata ad ogni opinione è estremamente gradita un impegno nell'attuazione della propria idea. In altre parole un Personal Battle Plan. :)

DC Torino sarà di una giornata come DC Crema presumo. Vedo dura un workshop o code sprint - ci vuole mezza giornata. Forse BOF (birds of a feather) cioè discussioni "ad hoc" su argomenti specifici - magari di un ora.

Talks. A DC Crema c'erano 12, 6 per aula, con grand finale. Suggerisco talks non solo di 60 minuti, ma anche di 30 minuti. Forse 15, se evitiamo tempi morti fra l'uno e l'altro. Talk breve ma 'simile' possono essere ragruppati per sincronizzare con talk di 60 minuti nelle altre aule.

Dividere in categorie progetti grande (es: Apache SOLR) e progetti piccoli (es: Boost). Altro divisione sarebbe principianti-medie, medie-esperti. Dipende un pò dei numeri di aule disponibile - presumo 2, ma se ci sono 3...

Pranzo a sacco in loco era un ottimo idea. Va bene anche catering in loco a pagamento per me. Grand finale va bene. Cena dopo anche (questa volta ci sarò, non commetto la stessa errore due volte)

Posso offrire un talk su come evitare problemi comuni con Drupal (principianti e medie) titolo "Drupal Tattoos", 30 minuti, ma anche 15. Come farlo funzionare in locale, dove mettere moduli/temi, creare un sandbox, salvare i dati. Ridurre la frustrazione.

Più imparo, più dubito.

jhl.verona wrote:
DC Torino sarà di una giornata come DC Crema presumo. Vedo dura un workshop o code sprint - ci vuole mezza giornata. Forse BOF (birds of a feather) cioè discussioni "ad hoc" su argomenti specifici - magari di un ora.

60 Minuti son pochi per un CodeSprint forse, poi tra l'altro per non parlare dei problemi tecnici che possono esserci e far dilatare i tempi...
Però un una sorta di Drupal Installation Sprint e settaggio di base. Della serie "installare e creare un blog con Drupal in 30 minuti... "

jhl.verona wrote:
Talks. A DC Crema c'erano 12, 6 per aula, con grand finale. Suggerisco talks non solo di 60 minuti, ma anche di 30 minuti. Forse 15, se evitiamo tempi morti fra l'uno e l'altro. Talk breve ma 'simile' possono essere ragruppati per sincronizzare con talk di 60 minuti nelle altre aule.

Un talk di 15 minuti è un po' difficile. Però due talk da 15 che si passano la mano in modo diretto senza interrompere il talk generale si. Però a questo punto eviterei di far proporre Talk da 15 Piuttosto fare proporre Talk "multi Talkers" e che si gestiscano loro il tempo offerto. Così evitiamo la sensazione per gli spettatori di doversi sgranchire le gambe a fine Talk... e dilatare i tempi morti.

jhl.verona wrote:

Dividere in categorie progetti grande (es: Apache SOLR) e progetti piccoli (es: Boost). Altro divisione sarebbe principianti-medie, medie-esperti. Dipende un pò dei numeri di aule disponibile - presumo 2, ma se ci sono 3...

Pranzo a sacco in loco era un ottimo idea. Va bene anche catering in loco a pagamento per me. Grand finale va bene. Cena dopo anche (questa volta ci sarò, non commetto la stessa errore due volte)

Slice2Theme Servizio per la conversione di Design in markup HTML e/o temi.

WeBrain Solution | Pillsofbits Of Bits

Ciao a tutti,

io proporrei anche qualche talk in inglese, sono stata al Drupal camp di Munich e la proposta di talk bilingue ha attirato molti esperti stranieri facilitando lo scambio di esperienze/competenze.
Per quanto mi riguarda sarei molto felice (insieme ai miei colleghi) di proporre talk su Open Atrium e su come creare siti per la Democrazia partecipativa basati su Drupal.

a presto,

Selkie

Riporto un link a un mio articolo sulle ultime conf a cui ho partecipato (non è promo, ma mi sembra IT).

Personalmente non sono d'accordo con jhl, IMHO non ha molto senso stringere i tempi tra le sessioni e sessioni molto brevi generano solo confusione nell'organizzazione (difficolta a dover continuamente cambiare relatori, ...) altro discorso è se si vuole affiancare ai talk delle sale dove si possono fare proposte, chiacchierate più informali, ... ed eventualmente approfondire punti dei talk.

Ciao
Marco
--
My blog
Working at @agavee

A me piacerebbe poter organizzare dei BOF, come nei Dcon. Vi aggiorneremo presto sul numero di locali disponibili e orari.

Per quanto riguarda le tracce propongo 3 tracce:
Traccia Developer - cache, prestazioni, solr, deploy, etc.
Traccia Designer - temi, gallerie, etc.
Traccia User / Business - case study, cosa si può fare con drupal, drupal7, etc.

E 3 livelli:
Base: es. SEO, Gallery
Intermedio: Deploy, Prestazioni
Avanzato: Cache, Solr, etc.

In modo che sia chiaro ai più di cosa tratta il talk (e che target ha), e che livello di conoscenza dell'ambito sia necessaria per seguire agilmente l'intervento.

A me l'idea di un workshop/codesprint non dispiace...
Per esempio qualcosa che introduca all'utilizzo degli hooks, in maniera pragmatica e per livelli. Qualcosa sullo stile Lullabot Drupal Module Development, lo sviluppo di un modulicchio un po sfigato per presentare un infarinata degli hooks principali, come utilizzarli e tc...
In generale l'idea di organizzare per livelli / tracce gli interventi mi sembra ottima

jhl.verona wrote:

Pranzo a sacco in loco era un ottimo idea. Va bene anche catering in loco a pagamento per me. Grand finale va bene. Cena dopo anche (questa volta ci sarò, non commetto la stessa errore due volte)

Adesso per tirare stime e fare previsioni è presto, ma il cibo alle conf è uno degli aspetti FONDAMENTALI: Quante volte sei rimasto nel letto mentre avresti dovuto alzarti alle 5.30 per partire per una conf ed hai detto: ma tanto non mi danno neanche da mangiare che ci vado a fare!!! :-)

pix wrote:

me l'idea di un workshop/codesprint non dispiace...

i talk sul codice sono sempre una scommessa: se sono generici annoiano, se sono specifici si rivolgono ai pochi sfortunati.

Io propongo invece del code-sprint un l10n-sprint e mi candido a coordinarlo.
Se si ha una stanza anche piccola (che possa ospitare 5-6 persone) a disposizione, con WiFi attivo, ci si può trovare a gruppi anche piccoli e effimeri (nel senso che uno può anche passarci solo mezzoretta) e andare avanti nell traduzione di Drupal7.
Pensate: se passassero solo 20 persone per mezzora ciascuna ci sarebbero 10 ore di lavoro sulla traduzione in un giorno solo. Io potrei fare le approvazioni in tempo reale e, se necessario, assegnare vari pezzi di traduzione a chi arriva, nonché fare da supporto per chi non ha mai usato l10n-server o ha bisogno di ragguagli sul glossario.

Per il resto:
- i tempi morti sono inevitabili tra un talk e l'altro
- le durate dei talk possono anche essere flessibili, ma non esageriamo con la variabilità, altrimenti impazziamo per incastrare le cose nel calendario: secondo me, 30 (20+10) e 60 (45+15) sono lunghezze plausibili; nei +10 e +15 ci stanno comodamente Q&A, avvicendamento al tavolo e tutte le quisquilie pratiche tra uno e l'altro.
- per il cibo, l'esperienza dell'anno scorso ci dice che: il cibo favorisce il dialogo (:)), rivedere le quantità per non sovrastimare; ovviamente questo a patto di trovare sponsor che possano supportare l'acquisto di cibarie

+100 per Pinolo ;)

Le decisioni riguardo gli interventi e le attività saranno prese in una riunione pubblica. Per partecipare e/o informarsi, vedere il thread apposito.

Edit: non c'è stato il tempo di discutere dei talk nella riunione, quindi la discussione procede qui.

Ciao a tutti,

per quanto mi riguarda credo che usare la formula tipica dei camp ossia, proposta dei talk+votazione da parte dei partecipanti sia la cosa migliore.
Inoltre credo che inserire dei talk in inglese potrebbe essere utile per coinvolgere più persone e quindi esperienze di utilizzo.
Appoggio l'idea di H-Bes di creare uno spazio parallelo ai talk dove le persone si possano incontrare per parlare, scambiarsi idee, esperienze, opinioni in modo più informal.
Mi candido inoltre per animare e gestire il canale twitter e il gruppo su FB.

ciao

Io mi auguro di riuscire ad avere tempo, nei meandri delle cose da fare, di aiutare nello sprint di traduzione... vedremo. Se selkie ha voglia di gestire TW e FB, ben venga :)

Io invece penso che l'unica cosa che potrò fare sicuramente è collaborare allo sprint di traduzione (+1001 per pinolo).
..scusatemi per la scarsa partecipazione...

Pinolo è Saggio.

Slice2Theme Servizio per la conversione di Design in markup HTML e/o temi.

WeBrain Solution | Pillsofbits Of Bits

disponibile per aiutare nell'organizzazione ed eventualmente ad un talk.

Mi aggrego all'idea di Pinolo aggiungendo che sarebbe interessante tradurre non solo Drupal7, ma semmai anche qualche modulo "most used", tipo ubercart o il nascente drupal commerce.

Salutiamo

Ah, certo, più siamo più si traduce :)

Salve a tutti
vorrei proporre un argomento di dibattito da inserire, se ritenete la sede adeguata, al prossimo drupalcamp.
L'argomento è:
Esami per la Certificazione di sviluppatore Drupal e Certificazione di Amministratore Drupal:livello base, avanzato, esperto.
Ho cercato in giro qualcosa del genere, ma non mi sembra ci sia nulla.
Allora perchè anche noi non discutiamo per darci la possibilità di certificare verso noi e l'esterno il nostro grado di preparazione e conoscenza di Drupal.
Lo scopo ovviamente avrebbe diversi aspetti positivi tra cui:

  • per chi si avvicina a Drupal per la prima volta , seguendo le linee guida dell'esame di certificazione potrebbe ridurre notevolmente il tempo di apprendimento del framework
  • chi già lo conosce , per testare la propria preparazione e farla valere all'esterno
  • per le aziende trovare sviluppatori con competenze "certificate" per loro progetti

Il problema è chi ha titolo di certificare una cosa del genere.
Non nascondo di essere ignorante in materia e se ci sono limiti legali alle certificazioni.
Ma dato che è da poco nata l'Associazione DrupalItalia, non potrebbe lei investirsi di questa autorità?
Saluti

________________________________________________________________________________________
Quando risolverai il problema, scrivi come hai fatto, e se puoi scrivi [RISOLTO]
Sarà utile ad altri. Grazie
enzoazzolini.it

C'era un progetto di Acquia per la creazione di un programma di certificazione Drupal.

http://acquia.com/community/projects/wiki/yellow-jersey

Purtroppo sembra che nulla di fatto sia uscito ancora fuori.

Personalmente, penso sia molto complicato creare una cosa del genere e forse e' ancora troppo presto per proporre qualcosa di questo genere. Ovviamente, potrei sbagliarmi.

@enzodrup: purtroppo una certificazione, per quanto interessante, è un iter abbastanza complesso da gestire, teniamo presente la tua proposta, ma la vedrei più come un test per analizzare le proprie skill piuttosto che per avere un attestato che abbia un qualche valore (insomma, una specie di giochino per vedere se ho dei buchi da colmare).

Ciao
Marco
--
My blog
Working at @agavee

Forse .. un Attestato di specializzazione
Un certificato implica evidenti responsabilità per chi lo Origina e lo emette
Più importanti sono le idee che diventano fatti, questo senza togliere l'importanza dei riconoscimenti

Lavatrice ad ultrasuoni
Sito http://www.ultrasuoni.net > Client service and contacts: ultrasuoniindustrial@libero.it

Ok, non mi sembra per il momento ci sia molto entusiamo attorno a questa idea.
Io però continuo a pensare che potrebbe essere un modo per semplificare la vita di chi si avvicina a Drupal, per chi già lo conosce e per chi deve svilupparci. Un motivo in più, dovendo impegnare tempo e denaro su un CMS , per orientarsi verso Drupal. L'idea di mavimo di un test per analizzare il proprio livello di preparazione potrebbe essere un primo passo verso una futura certificazione.
Ma chi può organizzarlo ? Se qualcuno è interessato ne possiamo parlare insieme per verificare se l'idea è fattibile, o forse, come dice fax8 , è ancora troppo presto ed è meglio aspettare momenti migliori.

________________________________________________________________________________________
Quando risolverai il problema, scrivi come hai fatto, e se puoi scrivi [RISOLTO]
Sarà utile ad altri. Grazie
enzoazzolini.it

La domanda non è chi può organizzarlo (chiunque, tra l'altro, non credo che la pubblicazione sia un problema), ma chi ha la voglia di farlo.

Ma siamo decisamente OT.

Salve,
vorrei partecipare con un talk, ma non è chiaro come si faccia a proporlo.... dove è il call for paper?

<--- Andrea Mancini - biso.it --->

Tutto tace ????
Manca poco più di un mese e ancora non si sa nulla di questo drupalcamp....
Mah...

--
Michel 'ZioBudda' Morelli -- michel@ziobuddalabs.it
Sviluppo applicazioni CMS DRUPAL e web dinamiche -- Corsi Drupal -- Amministrazione Drupal -- Hosting Drupal

in effetti è un pò strano...!

<--- Andrea Mancini - biso.it --->

Spero solo che non lo si stia organizzando tramite canali paralleli non pubblici.

@enzodrup, @fax8: al Camp probabilmente verrà qualcuno di Acquia. Magari possiamo sottoporre a loro il tema e vedere se hanno qualche idea da proporre. @mavimo riesci a fare 2 parole con uno dei probabili partecipanti a CPH?

@bisonte_biscottato (bel nick, eh): la pubblicazione del sito è molto molto vicina. Con il sito aperto si potranno inserire i talk come l'anno scorso a Crema e ci saranno le solite votazioni da parte degli altri iscritti.

Pinolo wrote:

@bisonte_biscottato (bel nick, eh): la pubblicazione del sito è molto molto vicina. Con il sito aperto si potranno inserire i talk come l'anno scorso a Crema e ci saranno le solite votazioni da parte degli altri iscritti.

Bello il tuo di nick :))))))

Cmq ok, aspettiamo il sito!

<--- Andrea Mancini - biso.it --->

bisonte_biscottato wrote:
Cmq ok, aspettiamo il sito!

http://torino2010.drupalcamp.it/

@pinolo, @enzodrup: ne ha parlato Dries al keynote, la cosa era già nell'aria da un pò (vedi le yellopage di acquia), ma credo non si raggiungerà una certificazione a tempo breve, parlavano di 2020 (scherzosamente :D )

Ciao
Marco
--
My blog
Working at @agavee

Ragazzi il sito è proprio bello, che dire quest'anno ci sono tutti i presupposti perché sia un ottimo evento!

Un blog (anche) su drupal: http://podowsky.blogspot.com

Sono l'unico al quale non è arrivata la mail di registrazione?

No. Sto spettando fiducioso anch'io. +8 ore...

Più imparo, più dubito.

a me è arrivata subito (nello spam)

Provate a controllare nello spam, google ogni tanto filtra un pò troppo... :|

Ciao
Marco
--
My blog
Working at @agavee

Non avevo guardato li. Trovato, grazie Carlo.

Più imparo, più dubito.

mavimo wrote:
Provate a controllare nello spam, google ogni tanto filtra un pò troppo... :|

Melius abundare quam deficere (specialmente con lo spam!)
;)

Piccola nota riguardo allo spam, phpmailer i primi due giorni non ha fatto il suo dovere, da ieri dovrebbe essere tutto ok, un po' di fatica in più ai primi che si sono iscritti! :D

Saluti
BES

Possiamo rendere pubblico il numero di voto che ogni sessione riceve su t2010.dc.it?

@bohz .. mah .. io sinceramente tra perdere una mail importante tra lo spam o ricevere qualche mail spam non filtrata .. beh preferisco di gran lunga la seconda!

D'accordo con te.
Io pensavo soprattutto a gmail, dove è molto semplice buttare un occhio nella cartella dello spam senza essere "annoiati" da viagra et simili e senza perdere messaggi importanti.

..con altri client/interfacce, mi rendo conto che puo' essere meglio spostare manualmente lo spam.

Penso che i banner su t2010.dc.it debbano essere resi cliccabili..

ciao Fax, che banner?

I vari banner degli sponsor sul sito della conferenza

Lo sono, lo sono.

No. Sia Acquia che Wellnet non sono cliccabili (header e footer).

Ohhh grazie, colpa dei permessi sui campi!